di Manlio Lilli da Wilditaly.net   “Sette statue d’età augustea complete, ma anche una serie di frammenti che possono essere ricomposti: queste statue entreranno nei manuali di storia dell’arte classica”, affermò Elena Calandra, Soprintendente ai Beni archeologici del Lazio nel gennaio 2013. L’entusiasmo era più che giustificato. Ad essere dissepolto un repertorio statuario...