Salviamo il Paesaggio rilancia l’iniziativa dell’Ispra, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, in occasione della “Giornata Mondiale delle Api” in calendario il 20 maggio. Una data importante per riflettere e informare sulle minacce che incombono, a causa dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici, su specie fondamentali per la perpetuazione della vita stessa sul nostro pianeta.

Di seguito il testo della nota

Il 20 maggio si celebra la Giornata Mondiale delle Api. Istituita nel 2017 con una Risoluzione delle Nazioni Unite, la Giornata ha l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica e i decisori politici sull’importanza di questi insetti, fondamentali per l’equilibrio degli ecosistemi e per la sicurezza alimentare della nostra e di altre specie viventi, e quindi sulla necessità di sottrarre centinaia di migliaia di specie di api e altri impollinatori (che operano la fecondazione) dalla minaccia di estinzione cui sono sottoposte.

In occasione della Giornata Mondiale delle Api ISPRA presenterà una pubblicazione, della serie “Quaderni Natura e Biodiversità”, dal titolo “Il declino delle api e degli impollinatori. Le risposta alle domande più frequenti”. Contemporaneamente ISPRA ha organizzato una tavola rotonda in videoconferenza, alla quale si potrà assistere il 20 maggio alle ore 10.30.

Nella tavola rotonda, disponibile sul canale YouTube ISPRAVIDEO Streaming, sono previsti interventi di: Lorenzo Ciccarese (ISPRA), Beti Piotto (Coordinatrice della Commissione Scienze Biologiche della Red de Cientìficos Argentinos en Italia), Valter Bellucci (ISPRA), Aristide Colonna (Presidente Associazione Italiana di Apiterapia), Francesco Campanelli (ISPRA), Giovanni Formato (IZSLT), Valerio Silli (ISPRA).