Contro il degrado di Roma, il manifesto di Associazioni e Comitati in difesa della città

 

Associazioni e cittadini non ci stanno a rassegnarsi al decadimento disperante in cui sembra essere precipitata Roma, e lanciano un grido di rabbia ed esasperazione che vuole essere anche uno sprone per una riscossa della città che, tuttavia, appare ancora molto lontana.

“Umiliata, abbandonata, abusiva, imbruttita, illegale, involgarita, caotica, sporca, stravolta. Non ne possiamo più di questa Roma”. È questo il titolo del manifesto contro il degrado della Città Eterna sottoscritto da note realtà cittadine e nazionali, da Italia Nostra al Forum Salviamo il Paesaggio fino ad Emergenza Cultura e al Comitato per la bellezza il cui presidente, Vittorio Emiliani, è anche autore di un recente articolo sul tema.

Un appello, quello dei promotori dell’iniziativa, che appare quantomai attuale viste le problematiche di Roma, sempre le stesse aggravatesi nel tempo. Dai topi ormai parte del paesaggio non solo a Castel S.Angelo, alle invasioni di animali d’ogni genere e taglia nei pressi dei cassonetti ovunque stracolmi, specie nel centro storico in balia dell’abusivismo in ogni sua forma, dai B&B alle bancarelle suk.
Zero controlli anche per quanto riguarda i locali di mescita e mini fast food che spuntano come funghi, in barba al decoro che si dovrebbe a vie antiche e gloriose, e in assenza di un regolamento comunale adeguato all’unicità di un centro storico come quello di Roma.

In quest’anarchia anche i turisti, che appena arrivati vedono già i bus sui quali viaggiano parcheggiati ovunque senza criterio né rispetto per la città,  si sentono legittimati a fare come credono. Speriamo che qualcuno ascolti il grido di dolore della città facendo anche rispettare, possibilmente, le eventuali misure a tutela del

4suo decoro. Gli unici ad essere contenti pare siano i costruttori, col nuovo improbabile stadio a Tor di Valle.

Per dare un altro segnale concreto all’amministrazione, le associazioni si danno appuntamento il 26 giugno in Campidoglio , presso la Sala della Protomoteca, per un convegno su un ennesimo annoso problema della Capitale, quello dei cartelloni. Il titolo è chiaro: “Che fine sta facendo la riforma dei cartelloni pubblicitari a Roma?”. Un tema che si lega a doppio filo alle problematiche del degrado e del decoro a Roma, un altro ambito dove vige l’assenza di regole.

Anche a Roma c’è chi si ostina a non rassegnarsi all’oblio e il primo passo per un cammino di rinascita si chiama partecipazione.

 

Convegno sul tema dei cartelloni pubblicitari il 26 giugno in Campidoglio

 

Il programma del convegno sul tema dei cartelloni pubblicitari a Roma