L'anda del Tevere dove dovrebbere sorgere il nuovo stadio con annesso l'enorme business park

L’ansa del Tevere dove dovrebbere sorgere il nuovo stadio con annesso l’enorme business park

 

Il Forum Salviamo il Paesaggio assieme ad Italia Nostra, Rete dei Comitati per la Moratoria del Cemento e Comitato “Salviamo Tor di Valle dal cemento” esorta con un comunicato stampa ufficiale l’attuale amministrazione capitolina a tener fede agli impegni presi in campagna elettorale in merito alla questione relativa al progetto dello stadio a Tor di Valle.

 

 

Stadio a Tor di Valle: ancora una volta nella Capitale si vorrebbe subordinare al profitto di pochi noti la programmazione urbanistica del territorio e l’interesse pubblico.

L’impianto sportivo – detto “della Roma” mentre apparterrebbe ad una società privata – e il gigantesco business park che si porterebbe dietro sorgerebbero in una zona palesemente inadeguata, in base ad una scelta imposta alla città mistificando le procedure previste dalle norme statali: circa un milione di metri cubi e tre grattacieli in una ansa golenale del Tevere fino ad ora miracolosamente scampata alla cementificazione.

L’ennesima espressione di un sistema marcio, collaudato negli anni, che è riuscito a convincere la Giunta Marino, ma non i cittadini che da sempre si battono perché sia totalmente cancellato.

I nuovi elaborati presentati della Soc.Euronova srl sono stati esaminati dagli uffici comunali – che hanno rilevato gravi problematiche non risolte dal progetto definitivo – e inviati alla Regione.

La vicenda è talmente scottante che ora la Regione vuole che il Comune dia una conferma della sussistenza dell’interesse pubblico prima di aprire la conferenza dei servizi, ma non fa la richiesta formale e non dà il tempo necessario per potere verificare le criticità evidenziate e eventualmente riconsiderare l’interesse pubblico.

Non si può, comunque, dimenticare che nel 2014, in merito all’operazione dello Stadio, a firma dei portavoce comunali e regionali del M5s fu presentato un esposto alla Procura e che i quattro consiglieri 5s votarono contro la dichiarazione di pubblico interesse voluta dalla Giunta Marino,

Ora i 5s siano coerenti e si diano coRAGGIo, dando mandato all’Assessore Berdini – contrarissimo al progetto – di fermare l’operazione.

 

 

Italia Nostra Roma

Rete dei Comitati per la Moratoria del Cemento

Comitato Salviamo Tor di Valle dal Cemento

Comitato Grottaperfetta Stop I-60

Salute Ambiente Eur

Forum Salviamo il Paesaggio Roma e Lazio