Immagine dal Parco dello Stelvio ( http://marcobombagi.blogspot.it/2015/08/il-cuore-di-ghiaccio-dello-stelvio.html )

Immagine dal Parco dello Stelvio ( Foto Marco Bombagi )

 

Il Forum Salviamo il Paesaggio continua a sostenere l’impegno del Comitato FuoriPista  pubblicando un comunicato stampa, scritto con l’associazione DolceSpiaggia, relativo al piano di gestione, in scadenza il 30 settembre 2016, della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano che, con i suoi 17 mila ettari di estensione è tra le aree protette più grandi d’Italia.

Su tale tesoro, tuttavia, da tempo incombe la Spada di Damocle del controverso progetto di raddoppio dell’aeroporto di Fiumicino, opera fortemente osteggiata da cittadini e realtà territoriali per i dubbi vantaggi che porterebbe, che se realizzata cancellerebbe oltre 1.200 di quei 17 mila ettari.

Un’area protetta a rischio, quindi, ma non certo l’unica. Numerosi e reiterati sono infatti i tentativi di depotenziare il sistema di tutele dell’immenso e inestimabile patrimonio naturale italiano: dalle inquietanti ipotesi di revisione della legge quadro 394/1991, considerata tra le più avanzate d’Europa in materia di protezione ambientale, fino al recente smembramento del Parco Nazionale dello Stelvio, la cui gestione è stata divisa tra Regione Lombardia e Province Autonome di Bolzano e Trento. Un’escalation preoccupante.

A questo proposito vogliamo riproporre l’appello lanciato alcuni mesi fa dal mondo ambientalista al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, garante della Costituzione che all’articolo 9 esplicitamente “tutela il paesaggio e il patrimonio storico artistico della Nazione”.

Un augurio che il Capo dello Stato voglia tener fede allo spirito del discorso inaugurale del suo settennato, in cui egli citò l’ambiente fra i valori fondamentali da promuovere e si impegni, quindi, ad evitare questa deriva che mette a rischio il verde del nostro Paese.

 

Marco Bombagi