Alberi in spalla nel cuore di Roma

Foto di gruppo al termine della Marcia degli Alberi 2013 di fronte al Ministero dell’Agricoltura e Foreste in via XX Settembre

Fitofori per un giorno, con un albero nello zaino per proteggere il verde di Roma. La Marcia degli Alberi, giunta quest’anno alla sua seconda edizione, si è svolta nella giornata del 6 ottobre lungo le vie della Città Eterna sfidando, oltre al silenzio dei media anche le previsioni del tempo, tanto avverse quanto errate. Risultati comunque soddisfacenti, grazie all’impegno delle associazioni aderenti e al patrocinio concesso dal Comune di Roma all’evento che, quindi, ha vissuto il proprio battesimo di ufficialità istituzionale.

“Una marcia ‘simbolica’”, si leggeva nel manifesto ufficiale dell’evento promosso dall’associazione Respiro Verde-Legalberi a cui hanno aderito diverse sigle associative, “per richiamare con forza la scarsa attenzione dei governi e della politica nei confronti dello straordinario patrimonio di foreste, boschi e biodiversità che il nostro paese custodisce da secoli. Un patrimonio ereditato e che deve farci sentire in dovere di preservarlo per le generazioni future, un lascito di bellezza e natura e benessere grazie al quale l’Italia può ancora essere  chiamata il ‘giardino d’Europa’”. I fitofori, portatori di alberi, hanno sfilato da Piazza del Popolo al Ministero dell’Agricoltura e Foreste in via XX Settembre. Gli alberi protagonisti della traversata “saranno poi messi a dimora nelle scuole, negli spazi verdi urbani concertati, nei parchi,  nei giardini, durante la Giornata dell’Albero il 21 Novembre, a cura dell’associazione Respiro Verde Legalberi e di quanti vorranno unirsi a noi”, concludeva la nota. 

“L’idea di far partire la Marcia da Piazza del Popolo” dice Massimo Livadiotti presidente dell’associazione Respiro Verde – Legalberi al termine della giornata, “ha funzionato: facile da raggiungere con mezzi pubblici e ottima dal punto di vista organizzativo. La cosa più complessa è stata coordinare il trasporto, la consegna e il ritiro degli alberi non avendo noi un vivaio che ci supporta. Rispetto all’anno scorso abbiamo visto partecipare il doppio delle persone e in pratica tutti hanno voluto essere per un giorno fitofori a Roma”.
Forse l’anno prossimo ci sarà anche una maggiore attenzione da parte del mondo della comunicazione. “L’unica nota stonata è stata l’assenza dei media”, sottolinea Livadiotti, “sempre rispetto all’anno scorso, e a parte una intervista a Ecoradio di qualche giorno fa diciamo che non c’è stata la giusta attenzione”. Da segnalare la partecipazione del presidente di Commissione Ambiente del Comune di Roma Athos De Luca, “forte sostenitore della Marcia che, tutti assieme auspichiamo, col tempo diventi un evento nazionale, un pò come fu per la Marcia della Pace di molti anni fa”.

“Un altro aspetto positivo di questa edizione”, conclude il Presidente di Respiro Verde, “è l’adesione di molte associazioni e comitati a livello nazionale e comunque non legati territorialmente solo all’ambito romano“. All’iniziativa infatti hanno aderito molteplici sigle come Alberi di Roma, Comitato per la Bellezza, Co.n.al.pa., Popolo degli Alberi e dei Giardini, Co.ri.ta, Coord. Salviamo il Paesaggio Roma e Provincia, Federazione Nazionale Pro Natura, FederTrek, Ginkgo Farm, Lipu Lazio, Memento Naturae, Movimento per la Decrescita Felice, Patriarchi della Natura, Pro Natura Abruzzo, Respiro Verde Legalberi, Sentinelle degli Alberi, Touring Club Italiano, Verdi Ecologisti e Reti Civiche.

 

Marcia degli alberi 2013

Locandina ufficiale della Marcia degli Alberi 2013