“Riutilizziamo l’Italia”: idee e proposte per contenere il consumo di suolo e riqualificare il Belpaese

 

Venerdì 31 maggio e sabato 1 giugno 2013 si terrà a Roma il convegno nazionale organizzato dal WWF nell’ambito della campagna “Riutilizziamo l’Italia”, presso la nuova Aula Magna del Dipartimento di Architettura di Uni-Roma Tre, per condividere i primi risultati dell’indagine sul campo e presentare alcune importanti ricerche.

La campagna “Riutilizziamo l’Italia” è stata lanciata nel giugno 2012 dal WWF per promuovere il contenimento del consumo di suolo con il recupero, il riuso e la riqualificazione di aree ed edifici abbandonati o sotto-utilizzati, al fine di “suscitare un movimento culturale e sociale che serva a reinventare il nostro territorio” come si legge nella relativa pagina web.

L’iniziativa, attraverso la quale le comunità locali possono esprimere la propria creatività in materia di recupero e riutilizzo delle aree abbandonate o degradate proponendo idee e segnalando progetti già realizzati, vuole essere un contributo per avviare un grande progetto di riqualificazione urbanistica e ambientale del Paese, che sappia suscitare e catalizzare le potenzialità creative delle comunità locali e degli operatori economici (pubblici e privati), come già avvenne negli anni Sessanta e Settanta con il recupero dei centri storici. “Partire dal basso” è infatti l’imperativo che sta alla base della campagna, per incentivare le iniziative spontanee di riappropriazione del proprio territorio da parte dei cittadini, responsabilizzare la società civile e insieme promuovere l’occupazione giovanile verso obiettivi di sostenibilità dello sviluppo.

La prima fase di “Riutilizziamo l’Italia” (giugno – novembre 2012) ha consentito di raccogliere 575 schede di segnalazione di idee, proposte e progetti di riuso sociale ed ambientale del patrimonio esistente non utilizzato. Le schede provenienti in maniera equilibrata da tutta Italia sono state redatte dalle strutture WWF, da comitati locali, da singoli cittadini e da una Rete di 27 soggetti tra esperti e docenti di 12 diversi atenei coordinata dal WWF.

Inoltre il WWF, con il dossier “Terra Rubata”, elaborato insieme al FAI e presentato nel gennaio 2011, sulla base di una ricerca coordinata dall’Università degli Studi dell’Aquila, ha documentato, negli ultimi 50 anni una conversione urbana media del suolo di quasi 90 ettari al giorno, e come già oggi non sia possibile tracciare nel nostro Paese un cerchio del diametro di 10 km senza intercettare un insediamento urbano. Un Paese a rischio, visto che ancora c’è chi irresponsabilmente propone di guardare con condiscendenza all’abusivismo edilizio, che dal 1948 ad oggi ha ferito il territorio con 4,5 milioni di abusi edilizi (75mila l’anno, 207 al giorno), favoriti dai 3 condoni che si sono succeduti negli ultimi 16 anni (nel 1985, nel 1994 e nel 2003).
Il WWF a questo punto sente l’esigenza di condividere le valutazioni che emergono dal percorso di ricerca e dall’indagine sul campo avviati dall’associazione con le considerazioni che derivano da altri studi e ricerche.

Da qui l’idea di organizzare a Roma nella nuova Aula Magna del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Roma Tre (ex Mattatoio) venerdì 31 maggio (dalle ore 15.00 alle 18.30) e sabato 1 giugno 2013 (dalle 9.30 alle 17.30) il convegno nazionale “Riutilizziamo l’Italia”, con la presentazione di una Rassegna di esperienze positive e negative, di idee e di un Set di Proposte e Strumenti.
Su questa base la Rete territoriale WWF e la Rete Docenti della Iniziativa “Riutilizziamo l’Italia” hanno intenzione di aprire un confronto con i soggetti più interessati a queste tematiche.

Si segnalano in particolare:

nella giornata di venerdì 31 maggio le sessioni dedicate alla Case histories – “Formule di successo e criticità” e quelle su “Riflessioni e prospettive di ricerca” in cui verranno affrontati tra l’altro i casi di Puglia, Nord Est, Torino, Milano, Siena, Napoli, con il pieno coinvolgimento della Rete docenti (27 docenti di 11 diversi atenei)

nella giornata di sabato 1 giugno, in mattinata, la Tavola rotonda che sarà preceduta e introdotta da Relazioni su: 1) l’analisi del Censimento di idee e progetti di riutilizzo e riqualificazione, condotta tra giugno e novembre 2012; 2) il Rapporto redatto dalla Rete Docenti; 3) una prima stesura di Proposta di legge nazionale innovativa sulla gestione del territorio e per il contenimento del consumo del suolo; 4) lo Strumentario per intervenire sul contenimento/blocco del consumo del suolo “a legislazione vigente”. Nel pomeriggio ci sarà il lancio di una mobilitazione diffusa attraverso Laboratori territoriali che in ogni Regione adotteranno proposte e progetti di recupero, riuso e riqualificazione su cui mobilitare i/le cittadini/e.

Per confermare la propria partecipazione al convegno si prega di contattare Carmelina Pani:
c.pani@wwf.it, 0684497454.

 

Il programma del convegno >