Ri-scopriamo Capena con Salviamo il Paesaggio

Installazioni d’arte collettiva realizzate dai cittadini, che espongono foto e disegni sulle facciate delle proprie case. Passeggiate “partecipate” sui sentieri della Valle Volpina, riaperti al pubblico grazie al lavoro di un gruppo di volontari. Minicorsi gratuiti per bambini di pittura, fumetti e ceramica, per valorizzare la vocazione di Capena, città d’arte.
Sono alcune delle proposte de La città che vogliamo: ri-scopriamo Capena, tre giorni di attività ed eventi tra la città nuova e il centro storico alla scoperta dei paesaggi urbani e rurali del Capenate, sperimentando nuovi modelli di interazione tra il territorio e i suoi abitanti.

Tutte le attività in programma nascono grazie al coinvolgimento diretto di residenti e commercianti, uniti dal progetto comune di rivitalizzare il territorio attraverso la riscoperta della sua identità.
L’iniziativa con il patrocinio del Comune di Capena è stata promossa dal Coordinamento locale di “Salviamo il paesaggio – Difendiamo i territori”, Forum nazionale che unisce associazioni e cittadini di tutta Italia con lo scopo di preservare il territorio italiano dalla deregulation e dal cemento selvaggio.

Si inizia venerdì 10 maggio con la mostra “in progress” Ri-scopriamo Capena fra Piazza della Libertà e Piazza del Popolo, un percorso lungo le strade e le piazze del paese attraverso fotografie d’epoca, immagini contemporanee e disegni di giovanissimi artisti.
Una sorta di filo conduttore che, dipanandosi tra i vicoli, collega tra loro case, portoni, balconi, insegne, finestre, lampioni ed altri elementi urbani, mettendo in relazione, anche fisicamente, spazi pubblici e privati, residenti e visitatori. Una rete che diventa più fitta man mano che gli abitanti, nel corso delle tre giornate, connettono a questa nuovi fili e nuove immagini, andando a creare nuove relazioni. Sabato 11 è la volta dei laboratori in piazza per giovani artisti. A Piazza del Popolo, cuore del centro storico, bambini di ogni età prendono parte ai corsi gratuiti di fumetto tenuti da Giovanni Lo Re, all’atelier di pittura proposto da Francesca Betti e potranno cimentarsi nell’arte della ceramica – uno dei motivi d’orgoglio dell’artigianato capenate – sotto la supervisione di Battista Rea.

Domenica 12, alle ore 11, prende il via la “passeggiata partecipata” nella Valle Volpina, a ridosso del centro storico, una breve escursione guidata alla scoperta di un luogo un tempo dominato da orti e vigne, e oggi itinerario naturalistico tra i più suggestivi dell’area urbana di Capena. Il sentiero è stato recentemente allargato e ripulito dai volontari del coordinamento locale di “Salviamo il paesaggio” e attrezzato con un’area pic-nic, realizzata in collaborazione con la falegnameria di Casa Loïc, con l’obiettivo di recuperare la bellezza e l’armonia di quel luogo per riconsegnarlo ai cittadini.
E poi, pranzo della domenica condiviso, con cibi e pietanze preparate dai partecipanti: chiunque è invitato a partecipare gratuitamente, portando un piatto da condividere con gli altri commensali. Ma anche musica da ballo per tutte le età (sabato sera in Piazza del Popolo), mercatino delle pulci (domenica mattina in Piazza del Popolo) e laboratorio “partecipato” sul territorio con i cittadini e gli amministratori, guidati nella mediazione da Gaetano Fasano (domenica a Piazza del Popolo, dalle 15).

Un programma tutto all’insegna della partecipazione e del diritto di cittadinanza, con il quale Capena, attraverso il comitato locale del Forum Salviamo il paesaggio, aderisce da protagonista al fianco di città europee come Roma, Bologna, Firenze, Napoli, Barcellona, alla II edizione della “Biennale Spazio Pubblico”, in risposta all’appello dell’Istituto Nazionale di Urbanistica volto a promuovere azioni di carattere partecipativo negli spazi pubblici.
I risultati di questa iniziativa saranno discussi a Roma, il prossimo 18 maggio, presso la Facoltà di Architettura di Roma TRE, alla presenza di esperti, studiosi, amministratori e rappresentanti del Forum P.A. I risultati raccolti verranno presentati durante la “Giornata della cittadinanza attiva”, dal 28 al 30 maggio al Palazzo dei Congressi di Roma.

 

Coordinamento SALVIAMO IL PAESAGGIO – CAPENA
http://salviamocapena.wordpress.com/